Le pornostar si schierano contro Rick Santorum

E’ interessante notare come nella lotta per le nuove elezioni del capo della Casa Bianca siano scese in campo diversi tipi di personalità. Se da una parte eravamo abituati a vedere prestare a supporto del politico di turno la fama di attori famosi, cantanti ed esponenti dello spettacolo stavolta anche le pornostar della Vivid Entertainment hanno deciso di dire la loro e non solo per spirito di partecipazione democratica.

L’industria del negli ultimi anni ha visto calare vertiginosamente i propri introiti. La diffusione illegale dei contenuti adult sui portali di streaming, su torrent, emule e su tutte quelle piattaforme di condivisione sociale per gli amanti del genere hanno dato un duro colpo a tutta l’economia che ruota intorno alla pornografia.

Il porno, come qualsiasi altra industria che si muove dentro e fuori dal web, punta a massimizzare e far fruttare i propri prodotti. Se le promesse elettorali di Rick Santorum, candidato alla presidenza , minacciano proprio la produzione di questo tipo di contenuti allora   anche l’industria d’intrattenimento per adulti vuole dire la propria opinione in merito e lo fa lanciando un video su .

Tre pornostar ci prospettano che cosa accadrebbe se il candidato Santorum riuscisse nel proprio intento, la masturbazione sarebbe relegata alle foto su Facebook o nel peggiore dei casi alla sola fantasia. L’etereo mondo degli accoppiamenti infiniti e delle parafilie sviscerate in ogni dettaglio non sarebbe più di supporto alla curiosità di ognuno di noi.

Per manifestare il proprio dissenso oltre ad invitare gli spettatori a votare per le tre lanciano una singolare iniziativa: il primo di maggio alle ore 8 masturbiamoci tutti all’unisono. Sono quasi certo che se una parte del mondo accoglierà la richiesta delle dalle 9 in poi il mondo per un pò sarà sicuramente più rilassato!

Godetevi il video :)

[youtube id=”lkIcsQTKftU” width=”600″ height=”350″]

 

 

 

Curioso ma pigro fluttuo per la rete cercando diversivi dallo sgranocchiare bambù.

Be first to comment