La ricerca della bellezza

>Sappiamo tutti di vivere in tempi confusi e poco amici della realtà.
Le donne di oggi sono sottoposte sempre più spesso a un bombardamento massiccio di stereotipi di bellezza che poco si adattano alla complessa e meravigliosa forma che ogni donna ha in stessa a prescindere.
Gli occhi di maschi viziati da sembianze che non hanno un oggettivo riscontro in nessuna manifestazione quotidiana inquinano la percezione di bello che si dovrebbe captare in ogni essere di sesso femminile, aspetto a parte.

Memore di un’età vittoriana in cui ogni donna era costretta a portare un busto per costringere il proprio corpo ad assumere forma di vespa, costringendo la propria fisiologia ad un innaturale processo di strizzamento e costrizione, la modella Iona Spangenberg ricrea in questo nuovo millennio l’imbecillità di un processo che mi sembrava lasciato ad epoche buie del nostro passato.

Alta circa un metro e settanta e con una vita che sfiora i cinquanta centimetri appena, l’orrore ricerca la bellezza in un vano tentativo di emulazione della natura .

Curioso ma pigro fluttuo per la rete cercando diversivi dallo sgranocchiare bambù.

1 Comment

  • Rispondi febbraio 14, 2012

    ScontoRoma.it

    mio dio ma che schifo e'??????? sembra deforme….

Leave a Reply