PandaMolesto
Torna su

Consumatore Abituale di Marijuana

Redazione 3 settembre 2012 1
Consumatore Abituale di Marijuana

In Italia coltivare, commerciare e fare uso di è illegale. Nonostante la premessa di una pena quasi certa se pizzicati a fare una delle azioni del precedente assioma, il fenomeno del consumo massiccio e diffuso tra la popolazione italica non sembra conoscere nessuna battuta d’arresto e forse complice una legge tra le più severe d’Europa, l’uso ricreativo della sostanza rimane tra i più alti del mondo. In barba a regolamenti, paure e criminalizzazione indiscriminata che non fa differenza tra consumatori occasionali, abituali e veri e propri baroni della e del suo commercio.

Con il nostro sui Consumatori Abituali di Marijuana non vogliamo dimostrare niente, ma solo dare una una visione d’insieme del fenomeno in Italia. Abbiamo raccolto in questi mesi diverse a insospettabili consumatori, di ogni età e ceto sociale, addentrandoci in un meccanismo perverso in cui il consumatore ricreativo di marijuana si scontra spesso con il crimine organizzato, lo spaccio e la perenne paura che il proprio “vizio” possa ledere il proprio diritto alla libertà e alla sua espressione.

Naturalmente per proteggere gli intervistati e le loro vite, le loro famiglie e la propria posizione sociale, che vedremo essere varia e molto diversa da caso a caso, non pubblicheremo mai i nomi degli intervistati e faremo riferimenti a ognuno di essi semplicemente usando nomi di fantasia ma mettendo bene in chiaro in ogni intervista che tipo di lavoro svolgono, come ognuno di essi è integrato nella nostra e quali sono i pensieri e gli argomenti a sostegno della propria passione.

Non eravamo sicuri del risultato finale che avremmo ottenuto parlando con queste persone ma il quadro generale che abbiamo ottenuto dà l’immagine di un paese che vuole crescere libero da falsi moralismi e cattolici sensi di colpa. Di un vero e proprio popolo green che ha scelto la marijuana non solo a scopo ricreativo ma come stile di vita, in cui la libertà d’espressione passa anche attraverso la consapevolezza che nessuna legge dello può impedire ai cittadini di esprimere il proprio modo di essere diversi e la convinzione delle proprie scelte intellettuali e di salute.

La prima intervista in esclusiva domani su PandaMolesto. Stay Tuned !!

No Banner to display

Loading Disqus Comments ...

One Comment »

  1. Ganja Man 5 settembre 2012 at 09:12 - Reply

    Complimewnti per l'idea finalmente un bel progetto !! Grande Panda Molesto !!

Leave A Response »

Immagine CAPTCHA
*

Loading Facebook Comments ...