Aleppo : uno scatto di morte nelle guerra in Siria

Sono fermo a pensare per un pò guardando questa foto, pensando alla , alla , alla necessità di difendersi da un potere oppressore, alla necessità di imbracciare un fucile per difendere i diritti dei propri figli e dei propri cari.

Ho anche pensato alla fortuna del che ha colto il momento esatto dello scoppio ma non mi è sembrata fortuna vera. Ho pensato al fato e al destino, mutevole e capriccioso, un destino che ha permesso al di fare click nel momento esatto in cui dall’altra parte un altro click è stato sparato, non da una macchina fotografica ma da un carro armato.

La deflagrazione li ha colpiti tutti uccidendoli. Erano tre persone, un novello padre di e due fratelli. La guerra non è mai giusta neanche se regala a un fotografo queste immagini.

La in Siria continua senza tregua e chissà quanti altri click non sono stati scattati per documentare il massacro.

L’autore della foto è Tracey Shelton, le persone uccise erano Issa Aiash ( 30 anni ) suo fratello Ahmed ( 17 anni ) e Sheihk Mamoud ( 42 anni e neo padre ).

Curioso ma pigro fluttuo per la rete cercando diversivi dallo sgranocchiare bambù.

1 Comment

  • Rispondi settembre 14, 2012

    Luisa

    Che foto maledizione troppo bella ma al tempo stesso incredibilmente difficle da accettare, non è semplice prevedere come si morirà ma neanche fare una foto del genere.

Leave a Reply