PandaMolesto
Torna su

Cambio di sesso nella Russia post Comunista

PandaMolesto 25 ottobre 2012 0

All’avvento della caduta del muro di molte cose cambiarono in Europa ed in Russia. Per anni considerati come reietti, le persone dalla dubbia sessualità in Russia erano perseguitate, spesso imprigionate e rieducate alla virilità in speciali campi di lavoro.

Considerato che il disturbo di veniva paragonato ad un’attività contro rivoluzionaria essere o transgender non doveva affatto essere una cosa piacevole. Oltre l’evidente difficoltà di essere nati nel corpo sbagliato al problema del cambio di si opponeva il moralismo bigotto di una che da liberatrice si era trasformata in un vero incubo di oppressione per i cosidetti diversi.

Poco dopo il 1990 la  Lise Sarfati si trasferì a Mosca e potè documentare così le prime operazioni di cambio di genere. A giudicare dai sorrisi delle prime pazienti la fine di un’era fu alquanto piacevole.

 

 

 

 

 

 

 

No Banner to display

Loading Disqus Comments ...

Leave A Response »

Immagine CAPTCHA
*

Loading Facebook Comments ...